L’ultimo lancio

Pubblicato: 23 ottobre 2006 in Quattro salti nel sociale, Sano localismo

C’è una vecchia tradizione di famiglia che ho scoperto di recente, non senza un certo disappunto, di aver proseguito (si prosegue una tradizione? o si continua? non so). La mia famiglia, lo dice la parola stessa, ha origine dalle prime migrazioni verso sud di carovane di costruttori, muratori, carpentieri, che si offrivano per costruire chiese, mura, castelli e quant’altro le occasioni offrissero. Questa tradizione, pare, consisteva nel stringere una forte amicizia con un membro qualunque della carovana e dopo qualche tempo lanciarvi contro con precisione un martello o, secondo disponibilità, una mazza ferrata. Si davano così due casi: il primo, più raro, la morte dell’amico, più raro in quanto i miei avi non brillavano certo per doti fisiche (nemmeno intellettuali, se è per questo) quali la forza o la mira. Il secondo caso, dopo un po’ di tempo inutilmente speso in litigate, terminava con l’abbandono del gruppo e con la ricerca di una nuova carovana a cui associarsi per poter perpetuare (ecco! le tradizioni si perpetuano!) la tradizione.

Un po’ come quando scrivi (scegliere qui un IM qualunque) “XY è davvero una testa di cazzo” e poi lo spedisci, guarda un po’, proprio a XY.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...