Musica libera AKA “I’ll fuck anything that moves”

Pubblicato: 23 ottobre 2006 in Cinema, Musica
Tag:, , ,

Stavo leggendo il post di SoftBlog su cum2cut, il celeberrimo festival indipendente di cortometraggi pornografici che ormai è l’unica cosa interessante che accade nel panorama cinematografico europeo, che scopro che a regolamento la musica presente nei cortometraggi deve obbligatoriamente essere sotto una licenza Creative Commons, con tanto di una lista di sorgenti da cui poter scaricare, che riporto:

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...