Il metano è un gas esilarante

Pubblicato: 20 febbraio 2007 in Consigli, Non si fa così
Tag:,

Vi racconto, se permettete, una piccola esperienza cittadina che riguarda il metano per autotrazione che ad oggi è il carburante più ecologico, cioè con una minore quantità di emissione di sostanze tossiche come effetto della combustione, distribuito in Italia. Un mio amico è da poco diventato padre. Da quel momento ha avuto l’illusoria sensazione di poter fare qualcosa, magari piccola, per migliorare la qualità della vita e dell’ambiente. Il primo passo, avrà pensato ascoltando Caterpillar (lo so, la Rai su web è un disastro ma non ne parliamo, dai) o leggendo quanto di frammentario è stato diffuso nell’ultima finanziaria, potrebbe essere acquistare un’auto a metano, no?
Siccome è cliente soddisfatto di Citroen si è rivolto al suo concessionario di fiducia e presto ha scoperto che qualcosa non quadra. Prima di iniziare fatevi un giro sul sito di Citroen, e cercate le vetture a metano, io non le ho trovate, fatemi sapere se ci riuscite voi. Il concessionario degli ecoincentivi sul metano non sa nulla. O meglio sa che ci sono incentivi di tipo astratto, ma i prezzi parlano chiaro. Mettiamo che gli incentivi siano 2000 euro (grosso modo), se prendi un’auto a benzina (ad esempio una C2 1.4) ti applica 2000 euro di incentivi e 2000 euro di sconto. Se prendi un’auto a metano (stesso identico modello) i 2000 euro di sconto non ti vengono applicati e anzi al prezzo base del benzina vengono aggiunti circa 600 euro, che sono guarda un po’ il costo dell’impianto a metano. Cioè, in pratica, le mitiche auto con impianto a metano nativo, ancor più conveniente e con miglior rendimento sembra proprio che non esistano.
Ecoincentivi? in realtà dovrebbero chiamarli ecodisincentivi.
Tutto questo non è frutto di una sola visita, badate, ma di circa un mese di visite ripetute a diversi concessionari, telefonate, litigate e quant’altro. Risultato?
C2 1.4 (non ricordo l’allestimento) prezzo base (circa) 16.000.
Benzina: 2000 euro di sconto, 2000 euro di incentivi, prezzo finale circa 12.000 euro.
Metano: 2000 euro di incentivi, 600 euro in più per l’impianto, prezzo finale circa 14.400 euro.
Paradosso? conviene prenderla a benzina e poi convertirla.

Come si spiega?

Annunci
commenti
  1. Simo ha detto:

    Miii, costa così tanto, adesso, la C2?
    Ho fatto un affare a comprare il diesel tre anni fa!
    Era all’epoca il diesel meno inquinante (polveri sottili a parte, il FAP è arrivato un’anno dopo) e non ho avuto il problema metano. Comunque, per tornare in argomento, un mio collega ha fatto esattamente come dici tu. Ha comprato la Matiz benzina e dopo ha sfruttato l’incentivo per il metano. Gli installatori degli impianti a metano lo conoscono molto bene, a dispetto dei concessionari…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...