Per un nuovo Web 2.0 Italiano

Pubblicato: 13 marzo 2007 in Internet
Tag:,

Se come qualcuno lamenta siete un po’ a corto di idee per i vostri progetti Web 2.0 eccovene alcune a cui ho pensato oggi e che non avrò mai la voglia di realizzare:

1) delazione corretta.
Un sito molto semplice con una form in cui è possibile segnalare il numero di targa del cretino di turno. Il sito dovrebbe essere ottimizzato per cellulari e palmari ma fruibile anche da rete tradizionale. Dovrebbe raccogliere le segnalazioni in modo anonimo e creare una classifica delle targhe più segnalate a vantaggio della Polstrada. Ci dovrebbero essere un po di controlli anti frode ma non è troppo necessario, il social vince. Ogni settimana sarà mandata una mail all’ufficio competente che contiene la lista delle targhe più segnalate. Perfetto per chi si sente forcaiolo dentro. In America varrebbe almeno un milione di dollari. Qui in Italia vi chiederanno cinquantamila euro per poterlo presentare al banchiere che non conosco direttamente ma ho i miei contatti dovete stare sereni.

2) editori caserecci.
Ogni blog che accetta la sfida dovrebbe offrire il suo spazio ad uno o più giornalisti che intendono scioperare contro il mancato rinnovo del contratto, i quali giornalisti nel giorno dello sciopero pubblicherebbero commenti ed articoli sui vari blog. Poi un semplice sistema di aggregazione, forse si può anche fare con Pipes, genererebbe pagine web raccogliendo tutti gli articoli di giornalisti del Corriere, di Repubblica, eccetera ricostruendo i contenitori di riferimento per i lettori. Doppio danno agli editori, nessuna edizione cartacea e crollo delle visite online. Vantaggio per blog e giornalisti, la pubblicità sul singolo blog per quel giorno si può dividere in due. Vantaggio per chi lo fa e per i giornalisti, la pubblicità sui vari contenitori si può spartire equamente. Ecco perché ho tolto gli adsense da MezzoMondo.

3) post-mortem (a questa è un po’ che ci penso).
Cosa succede al tuo blog dopo che sei morto? vuoi lasciarci così, senza nemmeno un saluto finale? senza un’ultima confessione? iscriviti a post-mortem e consegna ai posteri il tuo ultimo post. Decidi se questo post può essere pubblicato in anteprima (in forma anonima o meno) o tenuto segreto fino all’ultimo, crea un utente apposito per il tuo blog, post mortem si attiverà alla notizia della tua dipartita rilasciando con i modi e con i tempi che TU avrai deciso tutti i post (i post-mortem) che avrai nel frattempo inserito. I post pubblici saranno presentati settimanalmente secondo un sistema di aggregazione intelligente. I più visti ed i più votati vinceranno avranno in cambio una quota delle entrate pubblicitarie degli sponsor istituzionali (imprese di pompe funebri in primis). Questo mi sa che lo faccio io, a dir la verità, però è benvenuta ogni offerta di aiuto.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...