A cena dal sociologo

Pubblicato: 15 ottobre 2007 in Bella Italia, Nuove forme di pacifismo di sinistra
Tag:,

Quello che colpisce di tutto quello che dicono gli AUTOREVOLI sociologi a cena, della metodologia, del leggero nervosismo della serata prima dell’elezione giocattolo (nulla in confronto di quello che accade durante le elezioni vere), delle cifre snocciolate alcune delle quali sbagliate o sbagliatissime, della familiarità con i potenti che chiamano e a volte richiamano via via preoccupati o consolati.
Quello che colpisce a cena è che quando il discorso ci cade dicono tagliando corto “i blogger in Italia non fanno numero né opinione”. Lo dicono così, come si descrive un albero d’autunno, c’ha le foglie ruggine, i blogger non contano un cazzo.

Ci avete creduto? non è vero.

Colpisce molto di più il fatto che loro siano in grado di prevedere il comportamento della massa, come novelli Hari Seldon, che comunque il loro lavoro sia fatto di esperienza e di inferenze non automatiche “il programma dice dieci ma secondo me è almeno quindici”. Che i blog non contino nulla potrà far male ma era ovvio.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...