Un aggregatore è per sempre

Pubblicato: 30 ottobre 2007 in Business di sicuro successo
Tag:, ,

Sul blog di Carlo Bruno trovate un’intervista da me rilasciata che parla di quell’aggregatore semantico che ho costruito assieme ad Andrea e che sta facendo la felicità di grandi e piccini.
I temi sul tavolo erano tanti e vari, e dietro quello che leggete c’è stato uno scambio di email intenso e molto istruttivo, la passione di Carlo si può proprio toccare con mano, mentre il mio disincanto credo sia evidente, e mi sono trattenuto.
Tra tutte le cose di cui abbiamo parlato mi rendo conto che non ci siamo soffermati a sufficienza su un argomento che forse è il più importante, e che dalla semplice visione di un prodotto come MoltoModa mi sa che non viene chiarito affatto.

A cosa serve un aggregatore?
Serve a fare un po’ di lavoro che noi non abbiamo il tempo di fare, serve ad offrire interesse e qualità in un sistema dove il rumore di fondo può essere anche fortissimo. Serve a valorizzare i contenuti indipendentemente dalla loro diffusione, o se volete dalla loro classifica, serve a cambiare finalmente il concetto di autorevolezza. Serve ad avvicinare gli uomini alla Rete, serve a non farli perdere nei meandri della bassa qualità, ad essere focalizzati sui loro interessi, qualunque essi siano.
Serve a leggere meglio e di più, insomma.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...