Il nuovo aggregatore del NY Times

Pubblicato: 2 novembre 2007 in Giornalismi, I maestri, Vaccate ipertecnologiche
Tag:

Da queste parti quando succedono cose così suona una campanella, un po’ più di una campanella, un campanone, una sirena del porto, un colpo di cannone.
Il New York Times ha aperto oggi il sipario su un nuovo aggregatore tematico focalizzato sulla tecnologia. L’aggregatore, che loro chiamano “Blogrunner” e che sulla loro pagina dedicata alle tecnologie si vede nella colonnina centrale intitolata “Technology Headlines From Around the Web”, va a pescare sulla rete da riviste specializzate e blog gli articoli che ritiene più interessanti e li sottopone ad una redazione che poi ne approva la pubblicazione, che mi sembra un ottimo compromesso tra la totale automazione e l’impossibile rassegna stampa manuale, anche e soprattutto in termini di rischi. E’ talmente un buon compromesso che in fondo lo abbiamo adottato anche noi per MoltoModa, dove la pubblicazione è autonoma, cioè curata direttamente dal robot, ma supervisionata da una redazione che si occupa di tagliare eventuali errori colossali che passassero inosservati dalla macchina.
Insomma ennesimo passo avanti della grande testata americana, che dimostra di essere in prima linea nel rinnovamento del concetto di utilizzo e fruizione della Rete a scopo informativo, rendendo sempre più labile la barriera tra la produzione “professionale” e quella “appassionata”.
E in Italia? Intendiamoci, non è un problema di tecnologia né un problema di costi. Le maggiori testate giornalistiche di casa nostra hanno ampiamente la capacità finanziaria per mettere in piedi qualcosa del genere, anche meglio di quello che ha fatto il NYT, e la tecnologia beh, noi ce l’abbiamo da più di un anno.
Solo che di solito quando gliene parli ridono o sorridono. Di solito fanno fatica anche a dar credito della mera esistenza di un mondo informativo esterno a quello dei media tradizionali. Figuriamoci ad investire per offrirlo come integrazione di contenuti, come offerta di un servizio.

(Via)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...