Analisi dei risultati delle elezioni

Pubblicato: 15 aprile 2008 in Bella Italia
Tag:

– Il progetto del Partito Democratico non ha avuto questa forza prorompente che qualcuno forse si aspettava. Anzi, la sensazione è che nessuno se lo aspettasse davvero. Una volta in mano a Veltroni la campagna elettorale dei vari attori in gioco si è limitata ad un appoggio superficiale con la consapevolezza profonda che non c’erano speranze.

– Nessuno mi toglie dalla testa che il principale problema del PD è che non può esistere un partito fatto così, in cui tutti i partecipanti si devono tappare naso, occhi ed orecchie anche solo per sedersi al tavolo con gli altri partecipanti. E comunque a furia di voler rappresentare tutti va a finire che qualcuno per forza resta fuori.

– Inoltre dubito che in futuro gli ex DS abbiano di nuovo voglia di sputtanarsi così come hanno ammirevolmente e lodevolmente fatto questa volta per tenere in piedi un progetto che non c’entra nulla con le loro origini, con le loro aspirazioni, con la loro cultura.

– E poi son tutti vecchi, non raccontate palle.

– A proposito, complimenti a chi ha pensato di mandare di nuovo al governo la stessa identica gente di quattordici anni fa: oggi è un reparto geriatrico degno della Baggina, con tutte le conseguenze sulla spinta verso la modernità.

– Io quelli che votano Berlusconi mica li capisco. Ma in effetti non capisco nemmeno quelli che sui SUV sfrecciano a duecento all’ora sulle strisce pedonali fuori dalle scuole nell’orario di uscita dopo aver preso il proprio figlio. Son tanti e son sicuro che votano tutti Berlusconi.

– La buona notizia è che qualche scoppola è stata presa. Tre urrà per Storace e Ferrara, tre urrà per Boselli e Bertinotti. Quanta più di questa vecchia gente resta fuori dal parlamento quanto più le elezioni sono andate bene.

– Vi sorprenderà ma tra Boselli e Bertinotti in un certo senso mi spiace più per Boselli. Non che io abbia nessuna stima per lui, anzi, con un minimo impegno avrei preso più voti perfino io, solo che Boselli rappresentava l’unico partito che ha avuto il coraggio di definirsi laico senza compromessi.

– E Bertinotti aveva già detto che non voleva più rappresentare alcuno schieramento (s’è visto) e che voleva fare il nonno (ora può).

– Scusate fate un po’ di silenzio un secondo… non sento più la voce dei laici in Italia. Dove sono i laici in Italia? Non riesco a scacciare dalla testa l’immagine del colloquio tra il Papa e Veltroni, che questi risultati vengano anche da lì?

– Insomma il vincitore morale di queste elezioni è il Vaticano. Le istanze laiche sono state risucchiate e zittite nei tre schieramenti principali, con tutto che il partito più laico di tutti va a finire che sarà la Lega.

– Ma poi spiegatemi un po’ questa cosa. Se davvero i dipendenti pubblici ed il loro familiari rappresentano il 30% circa dell’elettorato e se un altro 30% possiamo tranquillamente immaginarlo inquinato da clientele, voti di scambio e malaffare, qual è il margine decisionale che ingenuamente uno si aspetta venga da una parola altisonante come “Democrazia”?

– Siamo quindi senza speranza. Un paese di vecchi in cui i più vecchi sono i giovani, un paese di cattolici reazionari, e l’unica soluzione, lo sento da più parti e anche dentro casa in verità, è l’emigrazione.

– Propongo un esodo in massa verso l’ennesima terra promessa. Che so, Barcellona?

– Municipalità di Barcellona, richiediamo ufficialmente di metterci a disposizione un centinaio di alloggi. Siamo tutti professionisti che in qualunque stato mondiale sarebbero stati in grado di affermarsi nel proprio campo ma che in questo paese di vecchi e stanchi banchieri non hanno avuto possibilità. Se ci ospitate per un anno vi garantiamo la crescita netta di un punto percentuale del vostro PIL.

– Così en passant, di questi professionisti molti hanno un blog e come abbiamo potuto serenamente verificare la capacità dei blog di spostare l’opinione in Italia è pari a zero. Anzi forse vale un numero negativo, faremo studi più approfonditi.

– Sarà per questo che la nostra geriatrocrazia tutta osteggia così tanto la Rete?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...