U.S.A.

Pubblicato: 13 maggio 2008 in Viaggi
Tag:

A New York mi son sentito sempre dire “Your english is very good!” anche se è ovviamente falso. Tornato a Roma la prima cosa che mi ha detto l’addetto dell’assistenza bagagli a Fiumicino è stata “Ahò, nun sei dde Roma?” (traslitterazione approssimativa, non sono di Roma).

Puzzava, come puzzavano i bagni, come puzzava tutto. Certo, in Italia non abbiamo i neri che puliscono i cessi, perché sono solo neri quelli che puliscono i cessi americani, i bianchi fanno i comandanti degli aerei. Però i neri in America i cessi li puliscono, cioè si mettono d’impegno e di buona lena e li puliscono. E la gente non è così sporca. Mangiano, sono smodatamente grassi, bevono, si rovinano ma non sono così sporchi.

Un popolo facile alle lacrime ma facile anche alle risate.

Allora se la nostra terra è una bella terra, la nostra gente è una brutta gente.

Dentro una scatola di legno ho trovato le lettere che mi mandava.
E mi sono improvvisamente ricordato di quanto possa essere straziante amare una persona e rendersi conto di non essere corrisposti, soprattutto di rendersi conto che QUALUNQUE COSA SI FACCIA non si sarà mai corrisposti. Magari non essere respinti ma essere trattati con una gentilezza che implica una distanza che sarà incolmabile.

E mi sono improvvisamente ricordato che quello che non corrispondeva ero io, sono sempre stato io.

Con gli Stati Uniti mi sento esattamente così, mi sta risuccedendo. E il pensiero di tutti coloro che si riconosceranno in queste righe mi strazia.
Ma mi strazia di più il pensiero di coloro che non si riconosceranno.

Insomma è tutto finito, I mean, mi sento come se. Torno a passeggiare per strade sporche come nessuna periferia di Philadelphia sarà mai.

Il leggero dolore alla mano sinistra, palle entrate male nel guantone, si affievolirà come la memoria di questi istanti.

commenti
  1. Simo scrive:

    Basta lasciarla entrare nel guanto. Come lacrime nella pioggia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...