Un nuovo New York Times

Pubblicato: 13 novembre 2008 in Business di sicuro successo, Consigli, Digital Unite, Nuove forme di pacifismo di sinistra
Tag:

L’iniziativa editoriale più notevole degli ultimi anni risulta essere questo splendido clone del New York Times che proietta le istanze più liberali e progressiste all’interno di quel contenitore.
L’apertura è fulminante: “Iraq War Ends” con articoli ed editoriali che raccontano il ritiro immediato delle truppe ed i festeggiamenti in patria. Ma dappertutto si respira aria di grande qualità: “The United States National Health Insurance Act is expected to be signed into law shortly.” oppure per esempio più sotto “Congress has voted to place ExxonMobil, ChevronTexaco, and other major oil companies under public stewardship.”.

Tutto splendido, anche le pubblicità: “DIAMONDS – Your purchase of a diamond will enable us to donate a prosthetic for an African whose hand was lost in diamond conflicts – DE BEERS From her fingers, to his” o anche “Ladybugs for pest control – Monsanto”. Nessuno ha ancora scoperto chi si cela dietro a questa operazione, che trovo fantastica e replicabile anche qui da noi: “La Repubblica che vorremmo”.

L’operazione è stata molto articolata ed è cominciata ieri con la distribuzione di centinaia di copie cartacee del clone del Times in giro per la metropolitana di Manhattan per finire il crescendo con la clonazione del sito vero e proprio (la piattaforma usata, per dire, è WordPress).

Io l’ho saputo leggendo il blog di Eric ma a quanto pare lo hanno saputo anche al vero New York Times e l’hanno presa bene:

Liberal Pranksters Hand Out Times Spoof

Sorry, folks, the paper isn’t free. And the Iraq war isn’t over, at least not yet.

In an elaborate hoax, pranksters distributed thousands of free copies of a spoof edition of The New York Times on Wednesday morning at busy subway stations around the city, including Grand Central Terminal, Washington and Union Squares, the 14th and 23rd Street stations along Eighth Avenue, and Pacific Street in Brooklyn, among others.

(Continua sul vero New York Times).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...