Una sera triste

Pubblicato: 9 febbraio 2010 in Internet, Non si fa così, Nuove forme di pacifismo di sinistra
Tag:

Una sera di pioggia fredda e fastidiosa, una sera di solitudini condivise.
Una sera in cui il governo italiano e fascista impone la censura a the pirate bay in un modo così scontatamente arbitrario da sembrare farsesco.
Una sera triste per l’assenza di proteste, per la mancanza di rabbia.
Non so cosa devono fare alla mia Italia per farle trovare un po’ di anima, un po’ di orgoglio.
Possibile che nessun ISP, nessuna autorità, nessuno?
Una serata triste dove rimaniamo solo noi, sparuti ed inebetiti, a dire basta.

Per Mac io uso Hotspot Shield, è un sistema che permette il libero, libero da censure intendo, accesso alle risorse presenti in rete utilizzando collegamenti americani.

Ci sono sicuramente metodi analoghi per gli altri sistemi operativi e li scegnalerò.

Potrebbero decidere altrettanto arbitrariamente di censurare MezzoMondo, o il New York Times per quel che ne capiscono. O Google, magari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...