Utilizzare un NAS per il backup con Time Machine

Pubblicato: 23 febbraio 2010 in Tecnico
Tag:, , ,

Premesse:

  1. Stiamo parlando di Mac, in particolare di Leopard. Può darsi che in Snow Leopard non funzioni.
  2. Il Terminale si trova in Applicazioni – Utility ed è una cosa bella ed amichevole, che aiuta la gente e risolve problemi.
  3. Anche la Utility Disco.
  4. Se pensate che il backup sia un po’ sopravvalutato questo articolo non è per voi.
  5. Tutto parte da questo thread su FriendFeed dove aleggia una sensazione di inaffidabilità, ma statistiche corrette non ce ne sono, della Time Capsule di Apple, ed in particolare da un commento di Matteo Balocco.
  6. Siccome noi siamo per i sistemi aperti facciamo il backup dove ci pare a noi e non dove pare ad Apple, tipo sul mio NAS economico, magari cento volte meno affidabile della Time Capsule (gné gné).

Passo primo, aprite il Terminale. Non è cosa da tutti i giorni, lo so, e le prime volte uno può anche intimorirsi, ma bisogna avere coraggio, non è così difficile, davvero. Nel Terminale scrivete sta roba qui sotto, si può fare copia/incolla:

defaults write com.apple.systempreferences TMShowUnsupportedNetworkVolumes 1

Questo perché se no la Time Machine non ti fa vedere volumi di rete che non siano Apple, un po’ una roba da infami posso anche essere d’accordo. Questo è l’unico pezzo che non so se possa funzionare con Snow Leopard, non ne ho esperienza diretta.

Ora date questo comando, sempre a Terminale e poi copiatevi il risultato:

ifconfig | grep -A1 en0 | grep ether | awk '{print $2}'

Quello lì è un indirizzo, il cosiddetto mac address, e cioè è il mac address del Mac e ci servirà fra un attimo. Il mac address è formato da 6 coppie di caratteri suddivise da “:”, il mio ad esempio è 00:1a:24:d2:33:5c (balla raccontata con grande scioltezza). Ah, ci serve anche il nome del Mac, ce lo dice sempre il Terminale, è la stringa che compare come prima nel prompt (prima dei “:”), ad esempio il mio è:

Stratocaster:~ panchovilla$

e infatti la mia macchina si chiama Stratocaster.

Ora il gioco si fa duro. Aprite la Utility Disco, cliccate là in alto a destra su “Nuova immagine”, lasciate i default così come sono tranne il Formato immagine che deve essere “immagine disco sparse bundle”. Il mio disco è di 80 Giga, la Time Machine ne vuole 95, io gliene ho dati 100, ma non preoccupatevi, c’è eventualmente il modo di ridimensionare l’immagine una volta “in loco”. Il nome deve essere così: NOMEMACCHINA_MACADDRESSSENZAIDUEPUNTI, ad esempio per me il nome è Stratocaster_001a24d2335c, perfino un bel nome, io per non perderlo l’ho messo sulla scrivania e come nome volume gli ho messo “backup” (fantasia a pacchi).
Cliccate su crea e dopo un po’ di tempo, nell’ordine di secondi, avrete il vostro fiammante sparsebundle che fra poco diventerà la casa del vostro backup.

Se non l’avete già fatto, configurate sul NAS una condivisione che contenga il backup, e se non l’avete fatto magari datele un nome intelligente, io ad esempio l’ho chiamata “Backups”, voi se volete potete provare con “Roba da cancellare al più presto”. Assicuratevi che l’utente con cui accedete alla condivisione abbia pieni poteri di lettura e scrittura e copiateci dentro lo sparsebundle appena creato, il mio si chiama Stratocaster_001a24d2335c.sparsebundle .

Come dicevo ho trovato il modo di ridimensionare l’immagine per cui se scoprite di avere sottostimato la dimensione per fortuna c’è rimedio. Nell’esempio seguente la mia condivisione è montata in /Volumes/Backups ma voi non ponetevi nemmeno il problema, anziché scrivere il nome dello sparsebundle nel Terminale basta trascinare lo sparsebundle dal Finder al terminale, e porto la dimensione dell’immagine a 200 Giga.

hdiutil resize -size 200g -imageonly /Volumes/Backups/Stratocaster_001a24d2335c.sparsebundle
hdiutil resize -partitiononly -sectors max /Volumes/Backups/Stratocaster_001a24d2335c.sparsebundle

Alla ricomparsa del prompt potete accendere la Time Machine, scegliere la condivisione e lanciare il backup.

Riferimenti:
Hint che dice tutto tranne il trucco del ridimensionamento.
Il vecchio trucco del ridimensionamento fiammingo.
La man page di hdiutil

commenti
  1. canalino scrive:

    Grazie per la dritta… mica ti è capitato di provarlo con snow leopard?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...