Frammentazione

Pubblicato: 21 aprile 2010 in Ebooks Ereaders

Ieri sera avevo voglia di leggere, ho sempre voglia di leggere, ed infatti sono fortunato perché passo la stragrande maggioranza del mio tempo a leggere. Non contento, quando non leggo passo il tempo insegnando a leggere ad un robot sperando così che legga molte più cose di quelle che potrei leggere io e mi permetta di scegliere meglio cosa leggere.
Però ieri sera avevo una voglia di lettura particolare; avevo voglia di leggere in un modo più tradizionale, leggere come si legge in spiaggia o prima di dormire, leggere come una vacanza.
Ricordavo di aver lasciato il libro, lo chiamo “libro” per semplificarmi la vita, di preciso è un file cioè è l’essenza software di quello che tutti chiamano libro, ricordavo di averlo lasciato nell’iPhone. Contrariamente a quello che capitava fino a qualche tempo fa con il libro tradizionale “lasciare da qualche parte” un libro software ha a che fare con l’ubiquità. Spesso il libro software è in un lettore (il libro hardware) e contemporaneamente lo stesso identico libro software si trova nel computer e nel telefono, per non parlare delle innumerevoli copie sparse tra server ed apparecchiature di tutto il mondo. Tra formati convertiti, penne USB e hard disk esterni non è inusuale che solo in casa mia di uno stesso libro ce ne sia una decina di manifestazioni.
Insomma ricordavo di averlo lasciato nell’iPhone, dentro Stanza che è un bel programma per leggere libri sul telefono, o forse dentro Kindle che è il programma fornito da Amazon per leggere i libri che mima e si collega al famoso libro hardware.
Però nell’iPhone il libro non c’era. Forse l’avevo messo sulla Dropbox per leggerlo con Goodreader? Ogni tanto metto un libro nella Dropbox e lo rendo iper-ubiquo, soprattutto i libri che condivido con famiglia o amici. In questo modo lo rendo immediatamente disponibile a tutti da pressoché tutti gli apparecchi (a proposito, applicazione numero un che svilupperei per il Kindle è la sincronizzazione sotto qualche forma con la Dropbox).
E comunque non era nemmeno sulla Dropbox e così ho acceso il netbook (non c’era neppure lì) dal quale ho potuto guardare nelle penne USB (no, no, no e no) e sul NAS (nnnnooooooooooooo, la ricerca ci ha messo un po’).
Nel frattempo si stava facendo tardi. Che l’avessi messo nel decoder? Ci sono decoder che sono computer fatti e finiti, il più famoso si chiama Dreambox, io non ho una Dreambox ma comunque un decoder basato su linux con un plugin che serve proprio a leggere sullo schermo. Ho acceso la TV, per cercare il libro, ed ho cominciato pazientemente a navigare tra le cartelle del decoder perché in questo decoder (non so negli altri) non c’è un sistema di ricerca ed ho dovuto guardare in tutte le cartelle. Ma nemmeno lì ho trovato nulla.
Ho pensato, per fortuna non ho consolle di videogiochi o videogiochi portatili se no avrei dovuto cercare anche lì dentro.
Mancavano ancora due portatili, un fisso e l’OLPC della Signorina A.
Stavo considerando l’opportunità di accenderli a quell’ora, il fisso ed uno dei portatili sono piuttosto rumorosi, quando finalmente mi sono ricordato della macchina fotografica.
L’altra sera a casa di amici stavo togliendo i DRM estraendo frasi celebri dai files di un Kindle arrivato fresco fresco da oltreoceano (dai libri software di un libro hardware) e siccome questi libri erano tanti, anziché metterli nella Dropbox abbiamo pensato di salvarli su un supporto fisico e così, avevo dietro la macchina fotografica, sono finiti sulla una SD card.
Ecco dove l’avevo visto l’ultima volta il libro! dentro al Kindle!
Stanco, sono andato a coricarmi senza aver letto nemmeno una riga tenendo stretta la SD card nel pugno (la mattina dopo avevo un segno che sembrava un tatuaggio).

Annunci
commenti
  1. Andrea ha detto:

    ma come stai

  2. Stefi ha detto:

    Ho letto il tuo post a mia madre, l’essenza della non-tecnologia: le ha capito 6 parole (fra le quali libro e tatutaggio), mi ha guardata strana e mi ha chiesto se provieni da Marte……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...