Susci

Pubblicato: 4 ottobre 2010 in Architettura, Senza Categoria

Ho sognato di essere un Susci.

Ho sognato di essere arrotolato in una coperta del colore del Susci, fuori nera e dentro bianca.

Ho sognato di essere nudo, assieme ad una donna.

Una donna che voleva qualcosa che non potevo darle. E anch’io volevo qualcosa che lei non mi poteva dare.

Ad un certo punto ci hanno tagliati in sei pezzi e ci hanno messi su un vassoio.

Era doloroso in un modo strano, l’unico dolore che provavo era quello di venir separato dalla donna con cui ero.

Che non era proprio una separazione perché parti di noi restavano a contatto. Però era doloroso non essere più interamente assieme.

Quando sono arrivati gli invitati hanno tirato fuori le loro bacchette e hanno cominciato a mangiarci.

Gli invitati erano sei, tre donne e tre uomini e noi eravamo sei, sei pezzi di donna e sei pezzi di uomo: il caso non esisteva.

Man mano che ci mangiavano i pensieri degli altri iniziavano a confondersi con i miei.

Che buoni, pensavano. Come stanno bene assieme questo sapore di uomo e questo sapore di donna. Che a vederli, pensavano, non l’avresti detto che erano così buoni.

E sempre più faticavo a capire la provenienza dei pensieri.

Ti amo, ad un certo punto ho sentito, ti amo, era il pensiero di qualcuno ma non capivo di chi, ti amo.

Quando l’ultimo invitato ha mandato giù l’ultimo boccone ho sentito la mia mente dissolversi e mescolarsi a tutto quello che c’era intorno.

Mescolarsi alle piante, alle pietre dei muri, ai gatti. Mescolarsi alle mani degli invitati, ai piedi, agli occhi. Mescolarsi a tutto.

Poi bruscamente mi sono risvegliato, come resuscitato.

Ero sdraiato a terra.

Una donna mi abbracciava e mi sosteneva.

Sei paia d’occhi mi guardavano piangendo.

Perché piangete? cercavo di dire ma la bocca non si muoveva, perché piangete?

Allora deve essere questa la sensazione, ho pensato. deve essere questo che succede.

Quello che succede quando mangi l’Anisakis.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...