Perdere l’amore

Pubblicato: 25 ottobre 2010 in Senza Categoria

Stamattina mi sono accorto di aver perso l’amore. L’avevo lasciato, credo, sul tavolo di fianco all’orologio o forse, ma mi sembra strano, sulla mensolina del bagno sotto allo specchio. Il mio amore non è mica così piccolo, ho pensato, anzi è grande, grandissimo. Se non lo vedo qui vuol dire che non c’è, è inutile spostare il libro, guardare sotto al mouse, o in bagno guardare dietro alla schiuma da barba o al bicchiere con gli spazzolini. Ieri sera dovevo essere molto stanco, dovevo essere sovrappensiero. Non credevo però che ci volesse così poco, che bastasse lasciarlo per un secondo per non trovarlo più.

Non so quanto grande sia il datacenter in cui lavori ma immagino sia enorme. Avete le macchinette elettriche per spostarvi da una sezione all’altra. Se avete le macchinette elettriche per spostarvi da una sezione all’altra deve essere davvero enorme.

Stavo girando senza meta per le cartelle del mio computer, senza l’amore mi sento perso, e mi sono imbattuto nell’mp3 di una canzone, della nostra canzone. Allora ho pensato di accendere una macchina virtuale, di accenderla lì nel tuo datacenter, e poi di farle suonare quell’mp3. So che normalmente non si dovrebbe sentire niente ma so anche che c’è un baco, quel baco che dovevi risolvere proprio tu, che collega casualmente l’interfaccia audio virtuale ora a questa macchina, ora a quella ora a quell’altra. E allora si sente, chissà come, chissà dove, si sente.

Ho chiuso gli occhi ed ho pensato a questo enorme bunker di cemento armato, con dentro la sua piccola macchinetta elettrica che si sposta come un’ape nell’alveare ed ho pensato alla musica, la nostra musica, che comincia qui, si sparge per bene in tutto l’edificio e poi ricomincia magari a mezzo chilometro di distanza e si sparge anche lì e poi ancora più lontano, per poi tornare qui. Ho sorriso e ho pensato che l’avresti ascoltata, ti saresti spostata qui e là assieme alla musica e pian piano avresti deciso di non corregerlo più quel baco. Ho aperto gli occhi ed eccolo lì l’amore, di fronte a me dove ricordavo di averlo lasciato e chissà perché non lo vedevo più.

commenti
  1. laperfidanera scrive:

    Stupendo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...