Appunti per una teoria del tutto

Pubblicato: 12 gennaio 2011 in Senza Categoria

Riconoscere che parti del tutto sono il tutto è già tutto.

Giocando a carte non avevo mai notato con questa chiarezza quanto le regine siano tutte molto simili tra loro pur essendo diverse (l’ho notato per le regine ma è vero anche per re e fanti), ho pensato che sia vero anche per le persone e questo è tutto.

Sull’autobus una bellissima ragazza legge “Il gioco del mondo” di Cortázar di fianco a me e questo è tutto.

Mi guarda negli occhi, scoppia a ridere ed poco dopo facciamo l’amore. Questo è tutto.

Capire la metafora contenuta in “La canoa di carta” è tutto.

Il fatto che sia la miglior metafora del mondo è tutto. (Il fatto che venga spiegata da Eugenio Barba nel libro mitiga notevolmente i miei meriti).

Mia figlia che a otto anni si commuove per il racconto della morte di Alan Turing è tutto.

Ed è tutto il fatto che abbia ripetuto “non è giusto, non è giusto…”.

Mi scrivono, mi telefonano e piangono per una cosa che ho scritto e questo è tutto.

Sul treno o sull’autobus sono solito confrontare i volti delle persone con i loro riflessi un po’ distorti nei vetri. A volte il volto riflesso è migliore dell’originale e la bellezza viene rivelata dalle imperfezioni. A volte l’originale è imbattibile e questo è tutto.

Il suono della mia chitarra è tutto.

Mi innamoro di persone che pur non essendo minimamente al corrente della mia esistenza scrivono parole ovviamente dirette a me e di cui sono ovviamente io l’ispiratore e questo è tutto.

Un solo gesto può rovinare tutta la vita.

E tutta la poesia.

Cioè tutto.

La morte a volte non fa male e questo è tutto.

Viaggiare invece mi ha sempre fatto bene.

Tokyo è tutto e Berlino e New York e Barcellona. Ma anche la porta di casa mia è tutto.

Un colore a volte è tutto.

Anche il calore di un corpo.

La donna a volte è tutto.

A volte no.

E la notte.

Sono stato immensamente fortunato e questo è tutto.

commenti
  1. cri scrive:

    Anche saper scrivere così è tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...