Tradurre Shakespeare

Pubblicato: 15 marzo 2013 in Senza Categoria

L’uomo seduto alla sinistra di Persse, che traduce manuali di manutenzione per le motociclette Honda, lo informa di aver visto recentemente un dramma di Shakespeare recitato da una compagnia giapponese, dal titolo Lo strano caso della carne e del petto.
“Non mi sembra di conoscerlo” dice con gentilezza Persse.
“Lui vuol dire Il mercante di Venezia” spiega Akira.
“E’ questo il titolo in giapponese?” domanda deliziato Persse.
“Alcune delle traduzioni antiche di Shakespeare erano piuttosto libere,” risponde Akira in tono di scusa.
“Ne conosce degli altri, altrettanto buoni?”
“Buoni?” ripete perplesso il giapponese.
“Buffi.”
“Oh,” Akira sorride. Sembra che non gli sia mai balenato per la mente che Lo strano caso della carne e del petto sia un titolo divertente. Medita. “C’è Lussuria e sogni nel mondo transitorio,” dice. “Che sarebbe…”
“No, non me lo dica… mi lasci indovinare… Antonio e Cleopatra.”
“Romeo e Giulietta,” dice Akira. “E Spade di libertà…”
“Giulio Cesare?”
“Esatto.”
“Sapete,” dice Persse, “avete qui l’occorrente per un bel gioco di società. Potreste inventarvi voi i titoli… come ‘Il mistero del fazzoletto scomparso’ per l’Otello, o ‘Il triste caso di un pensionamento anticipato’ per il Re Lear.” Chiama il cameriere per offrire da bere al gruppo.
[…]
Il professor Umeda sbadiglia, si strofina gli occhi e accetta un whisky e quando gli viene spiegato il desiderio di Persse gli elenca ‘Lo specchio della sincerità’ (Pericle), ‘Il remo ben abituato all’acqua’ (Tutto è bene ciò che finisce bene) e ‘Il fiore nello specchio e la luna sull’acqua’ (La commedia degli errori).
“Oh, quest’ultimo li batte tutti!” esclama l’irlandese. “E’ veramente splendido!”
“E’ un modo di dire,” spiega Akira “Significa ciò che può essere visto ma non può essere afferrato.”

David Lodge
Il professore va al congresso (orig. Small world)
Tascabili Bompiani
Traduzione Mary Buckwell e Rosetta Palazzi
(9 Euri)

Che qualcuno che si chiama Rosetta faccia traduzioni di lavoro mi sembra bellissimo. Come questo libro peraltro.

commenti
  1. Stefano Moretti scrive:

    Se posso abbassare vigorosamente il livello del blog e di questo gustosissimo pezzo, mi azzarderei a segnalare che con le traduzioni Rosetta si guadagna il pane quotidiano.

  2. Miki scrive:

    Cosa che la stele, con tutta la pubblicità che ha avuto, non è mai arrivata a fare.

  3. Miki scrive:

    (Forza panino)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...